Biografia

Nico Gori

Clarinetti, saxofoni, composizione, arrangiamento

Nasce a Firenze il 13 Settembre 1975. Inizia lo studio del clarinetto all’ età di sei anni, conseguendo il diploma presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze nel 1993.

Dal 1985 studia saxofoni e pianoforte conseguendo il compimento medio inferiore nel 1994. Nel 2003 consegue a pieni voti il Diploma in Musica Jazz sotto la guida del Prof. Mauro Grossi presso il Conservatorio Pietro Mascagni di Livorno.

Nella sua carriera Nico Gori tiene numerosi concerti sia come solista che in big bands, orchestre sinfoniche e formazioni jazz in qualità di leader o side-man, spaziando dalla musica classica al jazz, dal funky all’acid jazz, esibendosi in teatri, clubs, festivals , trasmissioni radio e televisive in tutto il mondo.

Dal 1998 ha all’attivo diverse registrazioni discografiche con formazioni jazzistiche, funk e pop, partecipando anche alla realizzazione di jingles pubblicitari e brani per la televisione (R.A.I).

Ha collaborato e collabora con musicisti di grande fama quali tra cui Fred Hersch, Tom Harrell, Lee Konitz, Chicago Underground, Enrico Rava, Stefano Bollani, Renato Sellani, Antonello Salis, Bruno Tommaso, Paolino Dalla Porta, Gianluca Petrella, Roberto Gatto, Ellade Bandini, Ares Tavolazzi,  Sandro Gibellini, Massimo Moriconi e con cantanti pop quali Anna Oxa,  I Dirotta su Cuba, Fabio Concato e Gino Paoli.

Nel 2000 vince il Premio Massimo Urbani come miglior talento italiano emergente.

Nel 2003 registra il suo primo album da leader “Groovin’ High” per l’etichetta discografica Philology con Ellade Bandini, Massimo Moriconi, Sandro Gibellini e Renato Sellani come ospite.

Nel 2003 viene invitato negli U.S.A a tenere un seminario e tre concerti presso la Washington University di Saint Louis, U.S.A, esibendosi con musicisti americani quali Tom Kennedy e Pitah Williams.

Nel marzo 2004 è chiamato a tenere  alcuni concerti e seminari in Turchia con un quartetto a proprio nome per conto dell’ Istituto Italiano di Cultura ad Ankara ed Istanbul in occasione della settimana del jazz italiano.

Tiene inoltre un seminario presso la Bilgi University a Instanbul in collaborazione con il giornalista/critico musicale Francesco Martinelli.

Dal 2004 e’ membro stabile del nuovo quintetto di Stefano Bollani con cui si esibisce in importanti festival e teatri nel mondo : Umbria Jazz in Melbourne (Australia), Dinan jazz Festival (Belgio), Umbria Jazz in Jugoslavia, Umbria Jazz Summer 2005, 2009 e 2010, Tim Festival (Rio de Janeiro, San Paolo), Ginza Jazz Festival (Tokyo), Dunkerque (Francia), Festival di Ischia, Caterraduno a Senigallia e molti altri.

Nel 2005 registra con Stefano Bollani il doppio cd “ I Visionari” con ospiti Mark Feldman, Petra Magoni e Paolo Fresu per l’etichetta francese Label Bleu. Collabora, sempre con Bollani ai progetti “Nuvole”, “Concertone” (Label Bleu) e  alla nuova edizione di “ Gnosi delle Fanfole” con Massimo Altomare.

Nel 2008 incide con Stefano Bollani e i Visionari l’album Ordine Agitato (L’Espresso) e incide a Rio de Janeiro l’album BollaniCarioca (Emarcy-Universal).

Dal 2005 si esibisce alla testa di un quartetto con base a Parigi formato da Sandro Zerafa, David Georgelet, Guido Zorn cui incide il disco d’esordio dal titolo Nico Gori European 4tet “Alien in your head”, pubblicato dalla Doublestroke Records nel 2007. Nico Gori è inoltre membro di un quartetto italo-ungherese con grandi musicisti quali Kalman Olah, Janosh Egri e Piero Borri.

Dal 2004 è titolare del quartetto “Millenovecento” con Stefano Onorati, Ettore Fioravanti e Stefano Senni con cui partecipa ad importanti rassegne ed incide il disco d’esordio della band per la Doublestroke Records dall’omonimo  titolo “Millenovecento”.

Dal 2006 al 2008 è clarinetto solista e primo alto sax della Vienna Art Orchestra diretta da Mathias Ruegg, con cui, nel 2007, compie tre tour esibendosi nei più importanti festival europei e tenendo due concerti all’ Havana (Cuba).

Nel 2008 compie due tourneè  con Stefano Bollani ed il gruppo Carioca, composto dai migliori musicisti brasiliani tra cui Jorge Helder, Armando Marçal, Marco Pereira con cui si esibisce in prestigiosi festival italiani con ospite Caetano Veloso nei concerti di Umbria Jazz 2008 e Cagliari.

In occasione del tour BollaniCarioca 2009 registra il DVD “Carioca Live”, Ermitage, distribuzione Medusa.

Dal 2009 collabora stabilmente con il leggendario trombettista americano Tom Harrell con cui incide l’album “Shadows”, Emarcy-Universal, e si esibisce in Europa ed in America con il celeberrimo Fred Hersch, pianista e compositore americano di fama mondiale, già al fianco di Joe Henderson, Stan Getz e Sam Jones, nonché leader di varie formazioni. L’album del duo Nico Gori-Fred Hersch dal nome “Da Vinci” è uscito il 29 Marzo 2012 per l’etichetta francese BEEJAZZ in Europa, per NAXOS negli Stati Uniti e Canada e SONG X in Giappone. Nico Gori e Fred Hersch hanno recentemente tenuto concerti di presentazione  del disco “Da Vinci” al prestigioso e storico club Montmartre di Copenhagen e al Sunset/Sunside di Parigi.

Nel marzo 2013 viene invitato ad Izmir ed Istanbul, Turchia, per una serie di concerti e masterclass in collaborazione con il giornalista/critico musicale Francesco Martinelli e l’Ambasciata Italiana ad Izmir.

Da Maggio 2013 Nico Gori risiede a Copenhagen, Danimarca, dove suona e registra con alcuni tra i migliori musicisti della scena quali Ole Kock Hansen, Jesper Bodilsen, Morten Lund, Jacob Christoffersen, Simon Spang Hensen, Jacob Fischer, Jesper Lundgaard, Thomas Clausen. Inoltre tieni vari concerti e seminari con il gruppo Band Au Neon insieme a due grandi musicisti italiani da tempo residenti in Danimarca: Paolo Russo e Francesco Calì.

Dal Febbraio 2015 si trasferisce nuovamente in Italia dove registra il disco di proprie composizioni “Il Gioco dei Contrasti” alla testa del quartetto composto da Alessandro Lanzoni, Gabriele Evangelista e Stefano Tamborrino. L’album verrà pubblicato a Marzo 2015 allegato alla prestigiosa rivista Musica Jazz e segna l’inizio di una lunga serie di concerti di presentazione in festival e rassegne tra cui Vicenza Jazz Festival, Serravalle Jazz Festival con ospite Flavio Boltro, Massarosa Jazz e Giotto Jazz Festival. 

Nell’estate 2015 Nico Gori da vita, insieme all’Associazione Pisa Jazz e a Francesco Mariotti, ad un nuovo progetto denominato “Nico Gori Swing 10tet”. Si tratta di una “small band” composta da 10 musicisti che propone un repertorio swing tra brani originali e arrangiamenti del leader, rifacendosi alle serate da ballo dell’America degli anni ’30 e ’40. Il tentetto ha all’attivo tre dischi ovvero “Dancing Swing Party” (Exwide 2016), “Swingin’ Hips” (Saifam Group 2018), “The tentet is coming to town” (Saifam Group 2018) e molteplici esibizioni in festival e rassegne in Italia. Il gruppo vanta infatti importanti collaborazioni con artisti del calibro di Renzo Arbore, Stefano Bollani, Rossana Casale, Fabrizio Bosso e Drusilla Foer, con cui ha inciso e si è esibito in alcuni tra i più prestigiosi festival jazz italiani tra cui Umbria Jazz, Ancona Jazz e Ravenna Jazz.

Nel 2016 Nico Gori pubblica un nuovo disco in quartetto con il con il “Sea Side Quartet” che vede Piero Frassi al pianoforte, Nino Pellegrini al contrabbasso e Vladimiro Carboni alla batteria. Si tratta di un doppio album prodotto dalla Philology da titolo Opposites, ovvero due dischi diametralmente opposti. Il primo dedicato interamente alle ballad, ai brani lenti ma con ritmo; il secondo invece composto da brani veloci ed energici, senza tuttavia tralasciare l’aspetto melodico.

Dal 2015 riprende anche la collaborazione con Stefano Bollani registrando l’album “Napoli Trip” (Universal) e compiendo due tour italiani e molteplici concerti all’estero con il quartetto composto da Daniele Sepe e Bernardo Guerra. In occasione della registrazione e del primo tour del disco Napoli Trip, Nico Gori ha anche la possibilità di esibirsi con due batteristi d’eccezione quali Manù Katchè e Jim Black.

INSEGNAMENTO

Dall’anno 2000 Nico Gori è molto attivo nel campo dell’insegnamento tenendo corsi e seminari in Italia e all’estero:

  • New York University (Firenze)
  • Conservatorio Giacomo Puccini di La Spezia
  • Rovigo Conservatory
  • Scuola di Musica di Fiesole
  • Siena Jazz University

 

Nel 2003 viene invitato a tenere un seminario e tre concerti presso la prestigiosa Washington University in St. Louis, U.S.A.

Nel Marzo 2004, in occasione dlla settimana del jazz italiano in Turchia, Nico Gori tiene numerosi seminari e concerti con il suo quartetto, per gli Istituti di Cultura Italiani di Ankara e Istanbul. Inoltre tiene una masterclass con il giornalista Francesco Martinelli presso l’importante Bilgi University of Istanbul.

Nel 2007 ha suonato ed insegnato con la Vienna Art Orchestra al Conservatorio di Musica “Amadeo Roldán” in L’Havana, Cuba.

Nel Marzo 2013 ha insegnato e tenuto concerti per una settimana ad Izmir, Turchia, nell’ambito dell’ Izmir Jazz Festival.

Da settembre 2015 Nico Gori è titolare della cattedra di “Jazz Improvisation” presso l’Accademia Europea di Firenze e continua una intensa attività d’insegnamento privato, masterclass nei Conservatori ed Università e incontri divulgativi per scuole medie e superiori.

Dal 2017 Nico Gori è docente di sassofono, clarinetto e musica d’insieme  jazz presso la prestigiosa Scuola di Musica di Fiesole.

Dal 2019 Nico Gori è docente presso la prestigiosa Siena Jazz University.

Download PDF